Navigation Menu
LONGCHUAN

LONGCHUAN

Il villaggio del clan Hu

  • Categoria:
  • Nome e provincia: LONGCHUAN, ANHUI

Circondato da alte montagne, Longchuan (龙川村) si trova 11 chilometri dalla città di Xuancheng e 75 chilometri dalla città di Huangshan, nata per supportare l’industria turistica sorta intorno alle omonime montagne. Bellezze paesaggistiche e siti storici fanno di Longchuan una delle mete più rinomate dello Anhui. Le abitazioni sono realizzate nello stile architettonico Huizhou, fiorito sotto la dinastia Song (960 al 1279) lungo il fiume Yangtze e caratterizzato dalla presenza di lucernari, oltre a decorazioni in pietra, legno e mattoni.

Da migliaia di anni il villaggio ospita la famiglia degli Hu, compreso il ramo dell’ex presidente Hu Jintao, e a ha dato i natali a un numero insolito di letterati. Particolarità che le è valso il soprannome di jinshi cun (进士村), “villaggio degli studiosi”. Un padiglione in onore del clan Hu (胡氏宗祠) fu costruito nel 1547 e ristrutturato nel 1878. L’edifico, che occupa una superficie di 1.727 metri quadrati, presenta minuziose decorazioni interne e pregevoli sculture in legno. Una struttura indipendente commemora il ricordo di Hu Zongxian, divenuto “shaobao” (alta carica statale) durante la dinastia Ming dopo aver sconfitto i pirati giapponesi.

Caratteristica di Longchuan è la Water Street, uno stretto canale – alimentato dal fiume Dengyuan (登源河) che si estende per circa 500 metri. La sponde, pavimentate in granito, vengono spesso utilizzate dagli abitanti per fare il bucato e stendere i panni. Il villaggio ospita, in oltre, il più bell’arco in pietra di tutto lo Anhui. Eretto nel 1562, l’Yishi Memorial Arch (奕世尚书坊) è alto 10 metri e largo 9. Come si evince da due iscrizioni, l’arco è stato innalzato in onore di Hu Zongxian e Hu Fu, un altro illustre membro della famiglia Hu. Sempre Hu Zongxian sembra aver ispirato la costruzione del tempio Lingshan (灵山庵) – dedicato a Buddha e Avalokitesvara, il bodhisattva della grande compassione – che la leggenda vuole sia sorto nel luogo dove da giovane l’ufficiale si esercitava nelle arti marziali, a circa 30 chilometri dal borgo.

Con un’economia sostanzialmente agricola, l’area intorno a Longchuan è nota – oltre che per il tè -per la produzione della carta, realizzata attraverso la lavorazione di un particolare tipo di erba chiamata longxu (龙须), reperibile sulle montagne da cui prende il nome. Il processo di fabbricazione è osservabile presso un laboratorio (龙草澄心) aperto alle visite turistiche.

Un’escursione non può dirsi completata senza l’assaggio di alcune specialità locali. Oltre ai normali ristoranti, l’area offre una serie di agriturismi che si avvalgono ancora dei tuzao (土灶), tradizionali forni a legna. Tipici del posto sono il chougui yu (臭鳜鱼), pesce locale molto saporito, il maodofu (毛豆腐), un tipo di dofu fermentato, e i ravioli di Jixi (绩溪蒸饺), la contea in cui sorge Longchuan.

 

NOME CINESE: 龙川村
POPOLAZIONE: 2.250.
ALTITUDINE: 212 metri slm
BIGLIETTO DI INGRESSO: libero.
COME ARRIVARE: Prendere un treno superveloce dalla Huangshan North Railway Station alla Jixi North Railway Station (19 minuti, 19-30 rmb). Da qui proseguire per 20 minuti con un bus della linea 6 fino in partenza ogni 20 minuti.
MIGLIOR PERIODO PER UNA VISITA: in primavera per ammirare la fioritura delle azzalee (杜鹃).

 

 

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.