Navigation Menu

8-18 LUGLIO – TOUR CINA CON VIA DELLA SETA E TIBET STORICO

DURATA

11 giorni, 10 notti

 

I VOSTRI ACCOMPAGNATORI

LA PARTENZA DI GRUPPO 
SARÀ ACCOMPAGNATA DA

 ALESSANDRA COLARIZI

 


TOP HIGHLIGHTS

Pechino (Città Proibita e hutong), Grande Muraglia, Xi’an (Mura antiche e quartiere musulmano), Esercito di Terracotta, Lanzhou (Fiume Giallo), Xiahe (Monastero di Labrang), Grotte di Maijishan

 

LA QUOTA BASE COMPRENDE

10 pernottamenti in hotel ***

Trasferimenti in treni e bus pubblici;

Accompagnatore italiano esperto in cultura e tradizione cinese.


LA QUOTA BASE NON COMPRENDE

Volo intercontinentale

Visite ed escursioni facoltative

Pasti e Bevande

Biglietti di ingresso ai siti turistici (Città Proibita, Grande Muraglia – esclusa funivia da pagarsi in loco, Esercito di Terracotta, Montagne Colorate, Monastero di Labrang, Grotte di Maijishan) e trasporti durante le visite (in taxi e mezzi pubblici da pagarsi in loco) eccetto quando menzionati

Visto per la Cina circa € 130,00 (da fare autonomamente)
Assicurazione medico bagaglio annullamento

Mance e Facchinaggio

Extra di carattere personale

Quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”


HOTEL PREVISTI O SIMILARI

·       3 notti Pechino – Hotel *** in camera doppia

·       3 notti Xi’an – Hotel *** in camera doppia standard

·       3 notti Lanzhou – Hotel *** in camera doppia standard

·       1 notte Tianshui – Hotel *** in camera doppia standard


MEZZI DI TRASPORTO

Treni, minibus o bus a seconda del numero di partecipanti.


QUESTO VIAGGIO PREVEDE LE SEGUENTI PARTENZE DI GRUPPO

8-18 LUGLIO 2018

Minimo 8 persone

PECHINO, XI’AN CON VIA DELLA SETA E TIBET STORICO

11 giorni, 10 notti

TOUR DI GRUPPO CON TOUR LEADER/ACCOMPAGNATORE ESPERTO IN CULTURA E TRADIZIONI CINESI

PREZZI A PARTIRE DA 1199.00 EURO ESCLUSO IL VOLO INTERNAZIONALE 

 

1°giorno          8 luglio   PECHINO

Arrivo all’aeroporto internazionale di Pechino, disbrigo delle formalità doganali e trasferimento in hotel. Cena in un ristorante tipico di cucina pechinese dove viene servita la celebre anatra laccata, uno dei simboli culinari della capitale cinese, conosciuta in tutto il mondo ma solo qui capace di regalare al palato tutto il suo caleidoscopio di sapori unici. Pernottamento.

2°giorno          9 luglio   PECHINO

Visita della Città Proibita, patrimonio Unesco, che con le sue 9,999 sale si estende su un’area di circa 7 kmq e rappresenta il massimo esempio di architettura classica cinese. Per quasi 500 anni, ha servito come abitazione degli imperatori e delle loro famiglie, così come centro cerimoniale e politico del governo cinese. Nel pomeriggio, visita degli hutong, i tipici vicoli di Pechino formati da file di siheyuan, le tradizionali abitazioni a corte. Possibilità di cena in ristorante dove conosceremo gli antenati degli involtini primavera: le chunbing, le focacce della primavera, uno dei simboli della cucina cinese del nord. Queste sottili focacce potrete riempirle a vostro piacimento con carne, verdure e i germogli di soia freschi, celebri da millenni per le proprietà benefiche sulla salute. Pernottamento.

3°giorno          10 luglio   GRANDE MURAGLIA

Trasferimento in bus di linea a Badaling (circa 1 ora) dove visiteremo la sezione più famosa della Grande Muraglia Cinese. Lunga 6 mila chilometri (c’è chi sostiene sia 7,2 mila km), alta 10 e larga 5 la Grande Muraglia si estende dal Liaoning, al confine con la Corea del Nord, fino al Gansu, al confine con lo Xinjiang. Sebbene i Qin, a partire dal 221 a.C., collegarono alcuni tratti di mura già esistenti e ne costruirono di nuovi, la Muraglia che vediamo oggi è stata edificata principalmente sotto la dinastia Ming, tra il XV e il XVI secolo. La porzione del muro che corre all’interno dell’area di Badaling fu edificata assieme ad un avamposto militare, a dimostrazione dell’importanza strategica della zona. Nel pomeriggio ritorno in bus privato (circa 1 ora) a Pechino. Possibilità di cena in un ristorante di cucina della Cina meridionale dove avremo modo di apprezzare il riso, uno dei grandi simboli cinesi, declinato nelle tipologie più varie: ripassato, saltato, al vapore o cotto con altri metodi, arricchito con carne, uova e verdure e servito nei recipienti più bizzarri, come le canne di bambù o gli ananas svuotati. Pernottamento.

4°giorno          11 luglio   PECHINO-XI’AN

Prima colazione in hotel. Mattina libera. Nel pomeriggio trasferimento in taxi alla stazione dei treni ad alta velocità e trasferimento in treno a Xi’an (5h). Passeggiata serale tra le vie affollate e piene di luci del quartiere musulmano dove sarà possibile apprezzare uno dei migliori street food di tutta la Cina e in cui regna sovrano il roujiamo, un panino farcito con agnello o manzo stufato e battuto, che delizia i palati cinesi da oltre duemila anni. Pernottamento.

5°giorno          12 luglio   XI’AN

Giornata dedicata alla visita di uno dei siti archeologici più famosi del mondo: il Mausoleo del Primo Imperatore Cinese Qin Shi Huangdi (260a.C.–210a.C.), Patrimonio UNESCO dell’Umanità dal 1987, che si trova a circa 30 km da Xi’an e che raggiungeremo in bus privato. Qui visiteremo l’Esercito di Terracotta, straordinario insieme di statue (7000 tra soldati, arcieri e cavalli) scoperte nel marzo del 1974 da un contadino di nome Yang Zhifa mentre scavava un pozzo. Nel pomeriggio ritorno a Xi’an. Possibilità di cena in un ristorante dedicato esclusivamente al mondo dei ravioli, dove faremo un percorso gastronomico che ci porterà ad apprezzarne forme, colori e ripieni tra i più vari, e a gustarli cucinati attraverso diversi metodi di cottura. Pernottamento.

6°giorno          13 luglio   XI’AN-LANZHOU

Trasferimento in taxi alla stazione dei treni ad alta velocità e trasferimento in treno a Lanzhou (3h). Sistemazione in hotel. Nel pomeriggio visita della città, capitale della provincia del Gansu. Fondata oltre 2000 anni fa, sorge sul corso superiore del fiume Giallo e deve il soprannome di “città dorata” ai proficui commerci che vi fiorirono anticamente grazie alla sua posizione lungo la Via della Seta settentrionale, all’imbocco del corridoio di Hexi, utilizzato da commercianti e militari come principale via di passaggio dalla Cina settentrionale allo Xinjiang fino all’Asia centrale. Possibilità di cena con l’accompagnatore dove si potranno gustare i lamian (tagliatelle acqua e farina in brodo di carne) vero simbolo della città. Solo in tre posti del mondo la pasta ha un’elasticità fuori dal comune, grazie all’utilizzo di un particolare composto derivante da cenere di piante erbacee mischiate all’acqua calda: Lanzhou, Chiang Mai (Thailandia) e Okinawa (Giappone). Una pratica nata proprio qui e introdotta successivamente negli altri due paesi. Pernottamento.

7°giorno          14 luglio   LANZHOU – XIAHE (MONASTERO DI LABRANG)

Trasferimento in bus a Xiahe (3h 30m). Situata a 3 mila metri di quota ai bordi dell’altopiano tibetano, Xiahe ospita il monastero di Labrang, uno dei più importanti monasteri fuori dai confini del Tibet politico, nonché la più grande struttura buddhista dell’Amdo, seconda per importanza soltanto a quella di Lhasa (capitale del Tibet storico). Labrang appartiene alla scuola religiosa dei Gelugpa, conosciuta col nome di “Berretti Gialli” (lignaggio fondato nel XIV secolo dal lama tibetano Tsongkhapa). E’ stato fondato nel 1710 dal primo Jiamuyang (al secolo Ngawang Tsöndrü), un Buddha vivente nativo dell’Amdo che dopo aver studiato presso il monastero Drepung, vicino Lhasa, tornò a casa su invito del re mongolo locale per insegnare il buddhismo. Il sito copre un’area di 822.667 metri quadrati e comprende 6 stanze delle scritture, 84 sale per la meditazione, 30 Palazzi del Buddha, 31 edifici in stile tibetano, 6 accademie e un dormitorio da circa 1.000 camere per i monaci. Pranzo in ristorante tibetano (da pagarsi in loco) dove gusteremo piatti tipici come i momo (ravioli ripieni cotti in acqua bollente), il jaathik (zuppa di tagliolini) e il bollito di yak. Nel pomeriggio ritorno a Lanzhou. Pernottamento.

8°giorno          15 luglio   LANZHOU – ZHANGYE (MONTAGNE COLORATE)

Prima colazione in hotel. Trasferimento in taxi alla stazione dei treni ad alta velocità e trasferimento in treno a Zhangye (3h). Visita allo Zhangye Danxia Landform Geological Park (circa 45 minuti) dove dedicheremo gran parte della giornata alle straordinarie Montagne Colorate, una delle grandi meraviglie geologiche del pianeta e Patrimonio UNESCO. Il Parco si estende su una superficie di 510 chilometri quadrati. vi sono quattro piattaforme di osservazione che permettono ai visitatori di contemplare le montagne e di scattare foto. La distanza tra le quattro piattaforme è di circa otto chilometri, con frequenti bus che ci porteranno ad ognuna di esse. Ritorno in taxi in hotel. Possibilità di passeggiare con l’accompagnatore tra le vie del centro di Zhangye dove c’è un animato street food con piccoli ristorantini che preparano piatti della cucina locale. Pernottamento.

9°giorno          16 luglio   LANZHOU-TIANSHUI (MAIJISHAN)

Trasferimento in taxi alla stazione ferroviaria dove prenderemo un treno per Tianshui (1h20m). Partenza per le grotte di Maijishan. Tra le grotte-tempio che il buddhismo ha lasciato nel suo cammino lungo la Via della Seta, dall’India verso l’estremo Oriente, quelle di Maijishan senza dubbio tra le più caratteristiche. Scavate sul fianco del monte omonimo, il cui significato letterale è “Monte del Covone di Grano” vista la somiglianza con un fascio di spighe, le 194 grotte accolgono 7.200 sculture e 1.000 metri quadrati di affreschi, che raccontano lo sviluppo nei secoli dello stile artistico buddhista cinese. Si presume che le prime grotte siano state scavate durante il periodo detto dei Sedici Regni (304-439), per poi continuare sotto la dinastia dei Wei settentrionali (386-534), i cui sovrani, animati da grande passione religiosa, furono tra i massimi fautori del buddhismo in Cina, come dimostrano altre due celebri grotte-tempio costruite negli anni successivi sotto il loro regno: Yangang, nello Shanxi, e Longmen, nello Henan. Ritorno a Tianshui. Possibilità di cena in ristorante con l’accompagnatore. Pernottamento.

10°giorno        17 luglio   TIANSHUI-XI’AN

Trasferimento in taxi alla stazione ferroviaria dove ci imbarcheremo per Xi’an (1h30m). Trasferimento in hotel in taxi. Nel pomeriggio possibilità di visitare le antiche Mura di epoca Ming (costruite oltre 600 anni fa), le meglio conservate della Cina e considerate fra le più grandi mura difensive del mondo. Qui sarà possibile affittare delle biciclette per percorrere tutto il perimetro (circa 15 km). Le mura cittadine erano il sistema di difesa utilizzato per proteggere villaggi e città cinesi in epoca pre-moderna. Il sistema era composto da mura, torri e porte cittadine, spesso edificate con uno stile uniforme in tutto l’impero.  Possibilità di cena in ristorante di cucina dello Shaanxi con l’accompagnatore dove potremo gustare diversi tipi di pasta tradizionale, per lo più lunga, a volte corta, ma sempre fresca e condita in vari modi appetitosi. Pernottamento.

11°giorno        18 luglio   XI’AN PARTENZA

Giornata libera. In tempo utile trasferimento in aeroporto in taxi o con mezzi pubblici.

(possibilità di ritorno a Pechino via treno (4h30m) con una notte in più e partenza per l’Italia il 19 luglio)

 

I nostri tour sono prodotti, organizzati e gestiti in ogni aspetto dall’agenzia di viaggi Viaggi e Cultura Srls (P.Iva 12308891006 – Sede Operativa – Via Raffaele De Cesare 123/125, 00179 Roma – Tel.06.56567462). I dettagli dei viaggi sono riportati su questo sito in nome e per conto di Viaggi e Cultura Srls che saranno gli unici referenti per il pagamento dei servizi.

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SU QUESTO TOUR

2 + 10 =